Anthropologica 2016

Cose o persone?

Sull'esser figli al tempo dell'eterologa

 

a cura di L. Grion

 

 

 

La pratica della fecondazione eterologa interroga in profondità le coscienze dei singoli e rende urgente una seria riflessione pubblica. La posta in gioco è altissima: ne va del senso umano del nascere, del rapporto tra desiderio e diritto, della differenza tra cose e persone.

Affrontare in modo esaustivo una problematica così complessa richiede di mettere in dialogo diverse competenze disciplinari: dall’etica alla psicologia, dalla sociologia al diritto, dalla medicina alla teologia.

Il presente volume di “Anthropologica” intende offrire una ricognizione approfondita della questione, mettendo in primo piano la tutela di chi non ha parola».

 

CONTRIBUTI DI:

Maurizio Chiodi, Paolo Ferliga, Luca Grion, Stefano Mentil, Federico Nicoli, Marco Olivetti, Donatella Pagliacci, Laura Palazzani, Mario Picozzi, Massimo Reichlin, Luciano Sesta, Fabrizio Turoldo, Vittoria Vigano, Lorenza Violini.

 

 ACQUISTA IL LIBRO

Questo volume è stato pubblicato con il sostegno
della Regione Friuli Venezia Giulia, del Progetto Culturale della CEI (fondi 8x1000 della Chiesa Cattolica) e
della Fondazione Centro Studi Filosofici di Gallarate,
INDICE.pdf
Documento Adobe Acrobat 136.7 KB
ABSTRACT_Anthropologica 2016.pdf
Documento Adobe Acrobat 188.8 KB
Saggio introuttivo del curatore.pdf
Documento Adobe Acrobat 266.1 KB

Sommario

1. Luca Grion, Dalla parte di chi non ha parola. Una riflessione sul nascere tra natura e artificio
 
2. Luciano Sesta, L’origine sospesa. Questioni etico-antropologiche nella fecondazione eterologa
 
3. Massimo Reichlin, Le radici etiche della legittimazione dell’eterologa
 
4. Mario Picozzi, Federico Nicoli, Vittoria Viganò, Il dono tra desiderio e ragione. Una riflessione sui principali nodi bioetici connessi alla fecondazione eterologa
 
5. Paolo Ferliga, Fecondazione eterologa: il corpo come luogo simbolico dell’origine
 
6. Marco Olivetti, Il liberismo etico conquista il palazzo (della Consulta)
 
7. Laura Palazzani, Il diritto del nascituro a conoscere le proprie origini vs. il diritto all’anonimato del donatore
 
8. Stefano Mentil, La maternità surrogata alla prova del "principio responsabilità"
 
9. Lorenza Violini, I nuovi modelli di matrimonio, famiglia e procreazione nell’era della rivoluzione biotecnologica
 
10. Donatella Pagliacci, La dignità del generare ai tempi della fecondazione assistita
 
11. Fabrizio Turoldo, Significato della vita, eclissi della ragione sapienziale e trionfo della ragione strumentale
 
12. Maurizio Chiodi, L’eterologa come espressione sintomatica di un disagio antropologico. Per una riflessione teologica
 
 
• Abstract


• Profilo Autori


• Indice dei nomi