Anthropologica 2011

 

 

La vita in questione

Potenziamento o compimento

dell'essere umano?

 

A cura di Andrea Aguti

 

Il terzo numero di Anthropologica affronta una tematica riconducibile all'ambito della "bioetica": l'orizzonte problematico è quello di una trasformazione radicale della forma umana di vita che i progressi della scienza potrebbe indurre in un futuro non molto lontano. Per riflettere sul senso di questa trasformazione in questo volume ci si è concentrati sulle questioni antropologiche ed etiche racchiuse nei termini: "potenziamento" dell'essere umano e "miglioramento" della vita umana.

Sommario

  • Compimento o potenziamento della vita umana? (A. Aguti);
  • Perfezione. Dove l'antropologia si esprime nella prassi, dove la prassi si rapprende nell'onto-antropologia (A. Peratoner);
  • Vita e salvezza eterna nella Bibbia (R. Fabris);
  • Vita e vita riuscita nell'etica classica (E. Berti);
  • Agostino, o dell'impossibile felicità dei mortali (G. Catapano);
  • Duplex Hominis Desiderium (G. Grandi);
  • La ricerca di vita negli antichi e nei moderni (N. Genghini);
  • Imperfezione biologica e compimento antropologico (A. Barzaghi);
  • Fabbricazione o edificazione dell'umano? (L. Sandonà);
  • Primum vivere (L. Sesta);
  • In che senso il potenziamento tecnologico della vita è un suo miglioramento? (F. Giglio);
  • Futuri incerti (S. Arnaldi);
  • Corpi senza età, anime felici (L. R. Kass)